Cosa facciamo

Case di ospitalità

Cuore Fratello offre un aiuto anche ai parenti dei pazienti, provenienti da altre regioni italiane, che dovendo assistere i loro cari durante la degenza presso il Policlinico San Donato hanno bisogno di trovare un alloggio in città senza dover affrontare costi proibitivi.

L’Associazione mette a disposizione le Case di Ospitalità, due appartamenti con 10 posti letto che distano pochi minuti a piedi dall’Ospedale.

Ai parenti dei pazienti ricoverati offriamo un letto in una stanza in cui viene garantito un minimo di privacy (un armadietto chiuso in cui riporre le proprie cose), una cucina con un frigorifero organizzato in scomparti, in cui ognuno possa conservare i propri cibi, un bagno in condivisione con gli altri ospiti e una sala comune con televisore e libri per rilassarsi.

La Casa è autogestita per cui dobbiamo far fronte a tutte le spese di mantenimento: affitti, utenze, pulizie… Per questo chiediamo agli ospiti un contributo per poter continuare ad offrire questo servizio.

Non solo mettiamo a disposizione un alloggio nelle vicinanze dell’Ospedale ma offriamo anche, con discrezione, il nostro aiuto e il nostro appoggio morale per rendere più umano questo momento di sofferenza.

Durante la permanenza, dal momento dell’arrivo alla partenza, i volontari affiancano gli ospiti e li guidano, cercando di rendere meno lunghe le ore dell’attesa. Potrà così nascere un rapporto sereno e sincero che potrà anche protrarsi nel tempo, se lo si desidera.

Ad oggi sono più di 2.900 le persone ospitate e Cuore Fratello continua a mettersi a disposizione di chi ha bisogno di un letto e di una mano tesa.

Contattaci subito per avere maggiori informazioni sulle Case di Ospitalità

Non avremmo mai pensato di sentirci tanto protetti e confortati pur così lontani da casa. Grazie.

Qui abbiamo trovato i volontari di Cuore Fratello: persone con un CUORE GRANDE COSI’.

Grazie, don Claudio, per avere accolto me e la mamma nella vostra Casa. Siamo stati molto meglio che in un hotel a 5 stelle.

Ho passato momenti di preoccupazione e di paura molto forti, ma ho potuto affrontarli e viverli con serenità perché vi ho sentiti molto vicini e partecipi. Se potessi mi fermerei con voi a fare quello state facendo.

Non ci sentiamo soli, ma abbiamo la sensazione di essere a casa nostra. E’ un’esperienza difficile per noi ma il vostro aiuto si sta rivelando molto importante.

Sono stata ospite in una delle case di Cuore Fratello a San Donato Milanese. Devo testimoniare che aiutano nel vero senso della parola, i malati e i loro familiari. Voglio porgere i miei ringraziamenti all’associazione e ai suoi volontari, grazie con tutto il mio cuore.

“A Casa Lontani da Casa” è una rete di alloggi solidali disponibili ad accogliere chi sceglie la Lombardia per curarsi. La migrazione sanitaria in Italia coinvolge oltre 800.000 persone ogni anno, di cui almeno 100.000 in viaggio verso la Lombardia.

Dal 2013 Cuore Fratello è entrata a far parte della rete “A Casa Lontani da Casa”